FAQ

Tutte le risposte alle domande più diffuse

1.  Quali sono le principali caratteristiche nutrizionali del limone?

Come tutti gli agrumi, il limone è ricco di vitamina C. Contiene acido citrico, che favorisce la digestione, ha proprietà dissetanti e depurative. La sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si è ancora digiuni, aiuta a regolarizzare l’intestino. Bere acqua tiepida e limone è un modo per disintossicarsi e rimineralizzarsi in maniera naturale.

Il limone è antisettico, diuretico, dissetante e un potente tonico del sistema nervoso. L’olio essenziale di limone estratto dalla buccia, se utilizzato per profumare gli ambienti, favorisce la memoria e la concentrazione. Inoltre, possiede proprietà energizzanti e migliora lo stato d’animo. L’odore del succo di limone, infatti, può migliorare l’umore e aiutare a ridurre l’ansia e la depressione. Favorisce la guarigione delle ferite, rinfresca l’alito e aiuta a perdere peso.

2.  Perché fa bene bere spremute di arancia?

Il succo dell’arancia possiede grandi proprietà, dato che in esso i componenti dell’agrume sono molto più concentrati, risultando in tal modo più terapeutico del frutto stesso.

È stato accertato che il succo possiede molte proprietà utili per lo stomaco; ha la capacità di regolare le sue funzioni evitando alcune complicazioni nel suo funzionamento, come, ad esempio, attenuare la comparsa di ulcere, aiutare il fegato e viene considerato molto utile nei casi di insufficienza biliare.

Riesce a migliorare notevolmente i problemi provocati dalla cattiva digestione, poiché elimina gran parte dei residui intestinali che producono il malessere.

3.  Come si può conservare la spremuta di arance?

La spremuta di arance non va  conservata, in quanto è soggetta ad un processo di ossidazione, che porta alla riduzione delle vitamine e ad un progressivo inacidimento del succo stesso. Se proprio non possiamo gustarla appena spremuta, allora aggiungiamo un po’ di succo di limone, che ne rallenterà l’ossidazione e mettiamola in un contenitore ermetico, con meno aria possibile, in frigorifero.

4.  Cosa si intende con il termine “controstagione”, riferito alla frutta?

La definizione “controstagione” nel comparto ortofrutticolo, fa riferimento alla stagione di consumo dei prodotti e non a quella di maturazione.

Noi selezioniamo i frutti migliori in tutto il mondo proprio per averli sempre al miglior grado di maturazione, offrendo così ai nostri clienti la possibilità di gustarli nel momento migliore.

5.  Quale radice può essere un piacevole compagno di viaggio?

Lo zenzero! Evita infatti il mal di viaggio (o malessere da movimento, chiamato cinetosi) assumendolo tre ore prima di salire sull’aereo, sulla macchina o sulla nave. In caso di viaggi lunghi, gli specialisti raccomandano di consumare zenzero mezz’ora prima del viaggio e di ingerirlo nuovamente durante il viaggio. Bere un infuso preparato con radice di zenzero essiccata  è un’ottima idea, mescolandolo anche con della frutta.